Beelfegor

Cosi la Provincia di Lodi ricordava Gianni Vigorelli, a cui molti a Lodi e dintorni devono molto:

Nato nel 1916 e morto a Lodi nel 1998. Diplomato all’Accademia di Brera allievo di Francesco Messina. Ricco di sensibilità, inquieto, mai soddisfatto del suo lavoro è stato uno scultore di grande respiro e qualità con un linguaggio distintivo teso a evitare anonimia e convenzionalismo. Importanti per intensità di sentimento le ‘madonne delle maternità dallo sguardo perentorio in postura seduta nello schema eretto che vincola il bambino alla madre. Altrettanto importante è la ritrattistica come l’erma in terracotta della moglie Lucilla qui rappresentata. Negli anni Sessanta in Vigorelli interviene una svolta di geometrica essenzialità con una stilizzazione sintetica di orientamento plastico-architettonico. Suo è il monumento celebrativo della resistenza del 1967 in piazza Medaglie d’Oro a Lodi.

w-2006-08-20-lodi-1045c.jpg

Annunci

Pubblica un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: